“Oggi in acqua, unʼemozione bellissima”. Così si racconta Manuel Bortuzzo, nuotatore rimasto ferito per errore

Quella notte del 3 febbraio rimarrà indimenticabile per Manuel Bortuzzo, ma oggi a distanza di 32 giorni dell’accaduto lui torna in acqua.

A causa di quella sparatoria, fuori da un pub nel quartiere di Axa a Roma, il nuotatore 19 enne è rimasto paralizzato. La ferita alla spina dorsale ha fatto sì che perdesse l’uso delle gambe ma non la voglia di rialzarsi. Oggi, inizia il suo percorso di riabilitazione, nella piscina dell’Istituto San Camillo e saluta tutti con un bellissimo e emozionante video su Facebook:

“Ciao ragazzi, finalmente sono tornato in vasca oggi, un’emozione bellissima. Da oggi ricomincia la mia riabilitazione qui in acqua. Un saluto a tutti e ci vediamo presto”.

Con la cuffia azzurra del suo idolo Gabriele Detti in testa, il ragazzo emoziona tutti con la sua forza d’animo tornando a nuotare nonostante le difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *