Corridore keniano e campione olimpico a Rio de Janeiro promette di chiudere la maratona in meno di 2 ore a Vienna

Campione olimpico ai Giochi Olimpici di Rio 2016, il maratoneta keniano Eliud Kipchoge ha promesso ieri 27 giugno di rompere la tanto agognata barriera in due ore nel tradizionale evento mondiale di atletica leggera. La sua seconda possibilità in questa impresa è già definita: sarà a Vienna il 12 ottobre.

Il tentativo avverrà in un parco, situato nella parte storica della capitale austriaca. Non ci sono informazioni su altri concorrenti. Se il tempo è brutto, l’organizzazione dell’evento ha riservato altri otto possibili giorni per tentare di battere il record.

“Ho saputo che Vienna ha un percorso veloce e pianeggiante, ben protetto dagli alberi”, ha detto Kipchoge riferendosi all’aiuto dell’ombra degli alberi. “Il percorso è ben posizionato, nel cuore della città, che fornirà un grande pubblico per questo evento storico”, ha detto.

Il corridore è l’attuale detentore del record mondiale con un tempo di 2:01 minuti, registrato alla maratona di Berlino a settembre dell’anno scorso. È anche il proprietario del secondo miglior tempo nella storia di 2:02 min 37sec, ottenuto a Londra nell’aprile di quest’anno.

Sarà la seconda volta che Kipchoge tenterà di completare la distanza di 42 chilometri e 195 metri in meno di due ore, qualcosa di inedito nella storia. Nel primo tentativo, ha raggiunto il tempo di 2h00min25s sul circuito di Monza, in Italia nel 2017, in un progetto di Nike chiamato “Breaking 2”. Risultato impressionante, ma test fallito: non era una gara ufficiale, le bevande arrivavano in moto, non c’erano avversari e le scarpe, che secondo lo sponsor migliorano le prestazioni del 4 per cento, sono ancora oggetto di studio.

Che sia andata così non si può fare niente, ma il risultato è stupefacente e ha dimostrato che è fattibile. Adesso l’atleta avrà l’occasione di farlo in una gara ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *