Il keniota Eliud Kipchoge batte il record del mondo in maratona

Il keniota Eliud Kipchoge ha vinto la maratona di Berlino questa domenica 4 agosto e ha battuto il record mondiale attraversando il traguardo in 2 ore, 1 minuto e 39 secondi.

Il precedente record apparteneva al connazionale Dennis Kimetto, che aveva attraversato il percorso di 42,195 km nella capitale tedesca in 2:02:57 nel 2014.

“La mia unica parola è grazie”, ha detto Kipchoge dopo aver tagliato il traguardo. Il maratoneta ha ringraziato i suoi collaboratori e gli organizzatori.

Dopo la partenza, Kipchoge ha iniziato a prendere vantaggio sui suoi principali avversari dopo circa un’ora di gara. Il keniot ha fatto tempi parziali sempre sotto il record di Kimetto.

Kipchoge è stato beneficiato dal clima eccellente della gara, con una temperatura di circa 20° C e senza vento. Dopo essersi lasciato alle spalle il primo plotone, Kipchoge ha corso da solo gli ultimi 17 km della maratona.

“È stato difficile correre da solo, ma ero fiducioso. Ho detto che avrei corso la mia gara, seguendo il mio piano, e avevo fiducia”, ha detto Kipchoge, che insiste sempre nel dire che in questa gara “la forza mentale è la chiave”.

Per le donne, la keniota Gladys Cherono è riuscita a difendere il titolo vinto lo scorso anno e ha vinto nuovamente, tagliando il traguardo in 2h18min11sec.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *