Poirier vince la rivincita contro Max Holloway ed è campione UFC dei pesi leggeri

Sette anni dopo il primo scontro tra di loro, Poirier mostra più forza e precisione, ma incontra resistenza dell’hawaiano ai suoi colpi e ha bisogno di cinque round per vincere per punti.

Sette anni dopo la prima volta che si sono affrontati, Dustin Poirier e Max Holloway hanno combattuto di nuovo. Questa volta, anche se Max Holloway ha resistito ed equilibrato la lotta, il risultato si è rivelato essere lo stesso: vittoria di Dustin Poirier,  con decisione unanime dei giudici (triplo 49-46), con diritto di portare a casa il cinturone dei pesi leggeri e la certezza che affronterà il campione lineare, il russo Khabib Nurmagomedov, per l’unificazione del titolo.


Holloway, oltre a perdere la possibilità di essere il settimo combattente a vincere due cinturoni UFC in diverse categorie, ha concluso la sua sequenza di 13 vittorie consecutive – la terza più grande nella storia degli UFC.

“È incredibile. Sembra un sogno. Questa vittoria è stata vinta colpo dopo colpo contro uno dei migliori combattenti del mondo. Nel terzo round, quando mi ha colpito con alcuni colpi molto duri e ho sentito di essere ferito, ho pensato: “Vaffanculo, lo picchierò!” Ora sono campione mondiale e voglio unificare la cintura contro Khabib. Aspettatevi una guerra, perché è quello che sarà. Per quelli che pensavano che fossi lo sfigato, dico che ho lavorato tutta la mia vita per essere il campione”, ha detto Poirier dopo il combattimento.

“Non prenderò il merito di Dustin. Ha lavorato duramente per diventare campione del mondo. Congratulazioni, fratello. Questo è tutto. O vinci, o impari. Tornerò più forte. Sono ancora il campione, e se vogliono farmi combattere per la cintura dei pesi massimi leggeri, sfido il mio amico Daniel Cormier ad affrontarmi – ha scherzato Holloway dopo il combattimento, ancora nell’Ottagono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *