Caso Sala: polizia britannica arresta sospettato

Ieri 19 giugno la polizia britannica ha arrestato un uomo con l’accusa di omicidio per l’incidente aereo che ha causato la morte del giocatore argentino Emiliano Sala. L’attaccante 28enne è morto a fine gennaio in un disgrazia che è ancora oggetto di indagine da parte delle autorità.

La polizia della contea di Dorset, nel sud-ovest dell’Inghilterra, ha detto che un uomo di 64 anni è stato arrestato per aver testimoniato con l’accusa di omicidio preterintenzionale. Le autorità non hanno rivelato il nome dell’uomo e non hanno indicato il suo possibile rapporto con l’incidente. Hanno appena detto che viene dal North Yorkshire, nel nord del paese.

“Ci sta aiutando rispondendo alle nostre domande ed è già stato rilasciato. Ma è ancora sotto inchiesta”, ha detto il detective Simon Huxter. “Come parte di questa indagine, dobbiamo considerare se ci sono prove di sospetto crimine. E come risultato, abbiamo arrestato mercoledì 19 giugno un uomo di 64 anni della regione del North Yorkshire con l’accusa di omicidio colposo”.

Senza rivelare maggiori dettagli, Huxter ha detto che le analisi sul caso sono ancora aperte. “Stiamo conducendo un’indagine molto approfondita sulle circostanze della morte di Mr Sala e continuiamo a lavorare in collaborazione con le agenzie”, ha affermato.

“Ma di default nelle nostre procedure, non divulgeremo ulteriori informazioni sull’identità della persona detenuta. A meno che non venga denunciato. Ma scoraggiamo qualsiasi speculazione a riguardo”, ha detto il detective.

L’incidente

Sala e il pilota David Ibbotson sono morti in un incidente aereo il 21 gennaio. L’aereo, un monomotore, portava il giocatore da Nantes, in Francia, a Cardiff.

In Galles, il ragazzo avrebbe firmato un contratto con il Cardiff City. L’aereo è caduto nel Canale della Manica, tra il litorale nord francese e l’Inghilterra. Il corpo del giocatore è stato trovato due settimane dopo. Il corpo di Ibbotson, allora di 59 anni, è ancora scomparso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *