Con autogol, il Barça vince lo United e avanza nei quarti di Champions

Il Barcellona ha battuto il Manchester United per 1-0 all’Old Trafford questo mercoledì nella partita di andata dei quarti di finale della Champions League, guadagnando un buon vantaggio per prendere il posto nelle semifinali, giocando in casa la settimana prossima.

Il gol della partita è stato un autogol segnato dal difensore inglese Luke Shaw nei primi 12 minuti di gioco dopo la testata di Luis Suárez, dando al Barcellona il vantaggio di avanzare alla fase successiva anche con un pareggio.

Vicino ad essere incoronati campioni di Spagna e classificato alla finale della Coppa del Re, il Barcellona è arrivato all’Old Trafford con lo stato d’animo tra le nuvole e la volontà di difendere la loro possibilità di vincere la Triplice Corona, alla fine della stagione.

Per questo, non gli è importato nulla del fatto di giocare fuori casa contro il tradizionale Manchester United, di prendere il controllo del gioco dal fischio iniziale, con tanto possesso di palla e di movimento per cercare di smontare il blocco difensivo inglese, che sembrava avere solo un obbiettivo: non lasciare che Messi entrasse in area.

Indietro, lo United ha provato a contrattaccare ma senza riuscire a spaventare il portiere Ter Stegen. La vittoria catalana, tuttavia, è arrivata prima del previsto: al 12 ° minuto, il Barcellona ha trovato la strada per raggiungere la porta.

Nella mossa, Busquets ha lanciato la palla a Messi in area ed il giocatore argentino è riuscito a trovare spazio per dominare e crossare per Suarez sulla seconda traversa. L’uruguaiano ha tirato di testa, ma la palla è stata deviata da Shaw, che ha aperto il punteggio per i rivali.

I giocatori del Barça, tuttavia, hanno dovuto aspettare un po’ per festeggiare, in quanto l’arbitro ha annullato inizialmente il gol per un presunto impedimento di Suarez. E’ stato chiesto l’aiuto del VAR, che ha convalidato correttamente il gol.

Il Barcellona non ha tolto il piede dall’acceleratore e ha quasi aumentato il punteggio al 36′ con Coutinho, che ha approfittato di un lancio di Suárez per tirare una bomba dall’interno dell’area. De Gea ha salvato lo United di riflesso con il piede. 

 United senza inspirazione

Alla fine dell’intervallo, la squadra del tecnico olandese Ole Gunnar Solskjaer ha provato a mettere di più la palla in gioco, ma erano più attenti a non lasciare che Messi entrasse in area, mettendo molti giocatori in difesa. Anche così, quelli che si avvicinavano di più alla porta erano i catalani.

Ai 19’, Semedo si è lanciato sulla destra e ha trovato spazio tra i marcatori inglesi per lasciare Suárez di fronte alla porta, ma l’uruguaiano ha sbagliato tiro.

Dominati durante tutta la partita, Solskjaer ha cercato di cambiare il gioco mettendo più velocità nella squadra, con Martial e Lingard nei posti di Lukaku e Dalot, ma senza successo.

Frustrati dalle poche occasioni offensive, i diavoli rossi hanno fatto appello negli ultimi minuti ai cross nell’area del Barça che si sono conclusi inevitabilmente con Piqué, un gigante della difesa catalana, allontanandoli di testa.

Al suono del fischio finale, i tifosi inglesi hanno applaudito lo sforzo dei loro giocatori, ma sanno che dovranno sperare nell’improbabile al Camp Nou durante la partita di ritorno, come è successo negli ottavi contro il PSG a Parigi, se vogliono vedere il loro club eliminare un Barcellona che si è rivelato molto superiore su tutti gli aspetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *