Lille fa vivere al PSG la peggior sconfitta del secolo e posticipa la festa per il titolo

In uno scontro diretto tra il leader e il vice-leader, il Lille batte il PSG e impedisce al rivale parigino di assicurarsi il campionato francese.

Non ci si aspettava nessun tipo di emozione nella disputa per il titolo francese e nemmeno il tifoso più ottimista del Lille potrebbe immaginare che il vice-leader impedirebbe al PSG di assicurarsi il campionato, con una vittoria di 5 a 1. Bernat è stato espulso nel primo tempo e i primi goal si sono visti dopo la pausa… Il titolo, per i parigini, viene rimandato ad un’altra occasione.

Con la sconfitta, la gara è ancora aperta – almeno matematicamente. Il Lille è il vice con 64 punti e può arrivare a 82. Il PSG segue con 81 e vedrà sfuggirsi il titolo solo in caso di maggiori disastri. La terza chance di portarselo a casa sarà mercoledì prossimo, poco prima del turno di Champions League in partita contro il Nantes.

L’ultima volta che il PSG ha subito una tale sconfitta nel campionato francese è stato 19 anni fa, molto prima che il denaro del Qatar irrigasse le casse del club. Era il 2 dicembre 2000 nella partita contro il Sedan, dove perdette per 5-1. A quel tempo, Paris Saint-Germain finì il campionato francese al nono posto.

IL PRIMO TEMPO

Ci sono stati quattro gol nei primi 12 minuti, ma solo due di loro sono stati validati. Inizialmente, Meunier ha segnato un autogol poco dopo, Bernat ha pareggiato. Mbappé ne ha fatti altri due per il PSG, ma è stato correttamente dichiarato fuorigioco in entrambe le occasioni. Oltre a tre sostituzioni per lesioni (una delle Thiago Silva), c’è stata anche l’espulsione di Bernat.

IL SECONDO TEMPO

Con vantaggio numerico, il Lille ha preso il controllo del gioco ed i gol sono venuti fuori naturalmente. Ai 5’, Pépé ha contrattaccato mettendo i padroni di casa in in vantaggio. Ai 19’, è stato il turno di Bamba che ha usato una buona triangolazione per aumentare il punteggio. Ai 25’, il gol è stato segnato dal brasiliano Gabriel e per chiudere in bellezza, Rui Fonte ai 36’ ha fatto il gol che ha chiuso con una bella azione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *