Ferrari farà appello alla punizione di Vettel al Gran Premio del Canada

Lunedì, la Ferrari ha annunciato l’intenzione di fare appello alla controversa punizione di cinque secondi che domenica è costata la vittoria a Sebastian Vettel al Gran Premio di Formula 1 a Montreal.

La Ferrari ha tenuto in vita la polemica in seguito alla sanzione a metà gara da parte degli stewards e che ha causato la furia del pilota tedesco.

Vettel è stato punito per essere tornato in pista in una manovra non sicura al 48° giro, dopo essere uscito dalla pista e finendo sull’erba. La sua manovra ha tagliato la strada a Lewis Hamilton (Mercedes) spingendolo contro un muro in modo che non potesse superare né prendere il comando della gara.

Il tedesco ha continuato a guidare ed è arrivato primo, ma dopo l’applicazione della penalità è finito al secondo posto e Hamilton ha vinto la sua settima vittoria in Canada.

Visibilmente seccato per la penalità, Vettel ha protestato contro i commissari di gara, non ha partecipato alle interviste post gara e ha anche spostato il cartellone con il numero due (che indica la posizione finale) dalla sua auto a quella di Hamilton dichiarando che la gara è stata rubata.

Il capo della sua squadra, Mattia Binotto, è rimasto calmo ma sfidante dicendo “abbiamo vinto la gara”.

Successivamente, la Ferrari ha comunicato le sue intenzioni all’organo di governo della F1, la Federazione internazionale dei veicoli a motore (FIA). Ora ha tempo fino a giovedì per fornire nuove prove e far cambiare la decisione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *