Con la presenza del figlio in campo, Djokovic avanza alla 3° fase del Roland Garros

Il serbo Novak Djokovic, n°1 al mondo, non ha avuto grandi difficoltà ieri a garantirsi il posto nella terza tappa del Roland Garros, battendo lo svizzero Henri Laaksonen (104) in tre set da 6-1, 6-4 e 6-3.

E c’era niente meno che suo figlio Stefan ad assisterlo che, secondo lo stesso papà, era andato a vederlo giocare per la prima volta in un torneo.

“È un giorno molto speciale per me, perché è la prima volta che mio figlio è in campo a vedermi giocare”, ha detto il giocatore di tennis di Belgrado, campione di 15 tornei del Grande Slam.

Stefan, quasi cinque anni, è il maggiore dei due figli di Novak Djokovic. La più giovane è Tara, nata due anni fa.

“È incredibile che sia stato in grado di vedere l’intera partita perché di solito non ha molta pazienza con il tennis”, ha scherzato.

Djokovic affronterà l’italiano Salvatore Caruso (147°) nel round successivo, che ha battuto il francese Gilles Simon (33°) per 6-1, 6-2 e 6-4.

Il serbo, vincitore degli ultimi tre tornei del Grande Slam (Wimbledon e Stati Uniti nel 2018 e Australia nel 2019), vuole essere il campione di tutti e quattro i tornei.

Nel Roland Garros è stato campione in una sola occasione nel 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *