Multe a Wimbledon: Serena Williams, Fabio Fognini e Nick Kyrgios nel mirino

Che il torneo di Wimbledon sia piuttosto infuocato lo si sa, ma tra le cose più incredibili ci sono le multe dovute a fatti assurdi come quelli accaduti negli ultimi giorni.

Partendo da Serena Williams che, nonostante la vittoria contro Carla Suarez Navarro e i quarti di finale di Wimbledon, ieri ha ricevuto una brutta notizia. L’americana è stata punita per 10 mila dollari per aver danneggiato uno dei campi del The All England Club, complesso in cui si svolge il Grande Slam britannico. L’incidente sarebbe successo nelle sessioni di allenamento, che hanno preceduto l’inizio del torneo. Il club, tuttavia, non ha specificato quale campo è stato danneggiato.

Anche Fabio Fognini non è scampato. L’italiano è stato multato per 3 mila dollari per aver detto: “Maledetti inglesi, dovrebbe scoppiare una bomba su questo circolo” scusandosi subito dopo, il tutto dovuto al fatto di essere stato sconfitto nel terzo round dall’americano Tennys Sandgren.

Invece l’australiano Nick Kyrgios non è stato da meno: insieme a suo fratello, hanno insultato pesantemente Nadal tramite una diretta su Instagram in split screen. I due, chiamavano Nadal “Ralf” e il fratello più grande Christos avrebbe detto “quel fot**to cogl**ne” (“fucking prick“). Si prevede che il tennista n°43 ATP debba pagare una multa per condotta antisportiva, che si sarebbe verificata nel primo e nel secondo turno del torneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *