Serena soffre, ma batte la rivale russa al Roland Garros

Lontano dal vivere la miglior fase della sua carriera, l’americana Serena Williams ha sofferto un po’ per confermare i pronostici a suo favore nel suo esordio al Roland Garros. Attuale 10° ATP, la 37enne ha dovuto giocare tre set per battere la russa Vitalia Diachenko, 83° tennista WTA, con una rimonta di 2/6, 6/1 e 6/0 ieri (27 maggio) per il primo turno del singolo femminile del Grande Slam tenutosi a Parigi.

Nonostante abbia schiacciato la sua avversaria nelle due ultime parziali, Serena è avanzata solo dopo 1h30min di confronto, dopo aver temuto l’eliminazione dovuto al risultato del primo set.

“Sono molto contenta perché all’inizio ero molto spaventata. Non è stato facile oggi. Devo allenarmi”, ha ammesso la tennista statunitense, già proiettando le sue prossime sfide nella competizione.

Puntando al raggiungimento di uno storico 24° titolo del Grande Slam, numero di titoli che nessuno ha mai raggiunto nel tennis femminile, Serena affronterà nel secondo turno il vincitore del match tra la giapponese Kurumi Nara e la slovena Dalila Jakupovic, partita che è iniziata senza poter essere completata a causa della mancanza di luce naturale.

Prima che il duello fosse spostato e confermato per oggi (28 maggio), Nara ha vinto il primo set per 7/5 e Jakupovic ha risposto con altro 7/5 nel secondo set. Poco dopo, la partita è stata fermata e rimandata al completamento il giorno successivo.

LA PARTITA DI SERENA

Ancora in attesa di sapere chi sarà la sua prossima rivale nella capitale francese, Serena ha iniziato la partita malissimo. Ha avuto il servizio interrotto per due volte da Vitalia Diachenko nel set di apertura. Non è riuscita a convertire l’unico break point e a ha perso per 6/2.

Nel secondo set invece, la nord americana ha avuto una forte reazione. L’ex numero 1 del mondo ha convertito due dei tre break point e ha vinto per 6/1 pareggiando il duello. Sul tie-break, ancora una volta impeccabile con il servizio, ha approfittato di tre delle sette possibilità di risposta al servizio avversario per chiudere lo scontro a 6/0.

Questa è stata l’800° vittoria nella carriera di Serena, tenendo conto che, incluso quest’anno, ha giocato 17 edizioni del Roland Garros vincendolo tre volte: nel 2002, nel 2013 e nel 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *