Tennista spagnolo ha un attacco di furia surreale e distrugge la racchetta dopo sconfitta

Mario Vilella Martinez, 23 anni, batte la racchetta sul pavimento sei volte di fila prima di lanciarla sul muro.

Succede molto spesso nel tennis che quando un giocatore si incavola ed è frustato per la brutta prestazione nella partita, finisca con lo sfogare la rabbia sulla propria racchetta, lanciandola o rompendola contro il pavimento.

Ma ciò che lo spagnolo Mario Vilella Martinez, 23 anni, ha fatto ieri 9 giugno è andato oltre: ha colpito la racchetta contro il campo sei volte di fila prima di buttarla contro il muro, dopo aver perso la partita (vedi il video qui sotto ).

 

Vilella Martinez ha avuto questa reazione esagerata dopo aver perso l’ultimo punto nella partita, decretando la vittoria al bosniaco Tomislav Brkic per 1/6, 6/2 e 7/5. Era irritato contro sé stesso. Oltre ad aver avuto il vantaggio nel primo set per 6-1, lo spagnolo era ancora avanti nel terzo set con 5/3, quando ha iniziato una sequenza di errori che lo hanno portato all’eliminazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *